06 Marzo 2020

Coronavirus ed Allattamento

A cura della Dottoressa Paola Pileri - Medico Chirurgo Specialista in Ginecologia e Ostetricia

I dati attuali ci dicono che nel latte materno non è stato trovato virus ma gli anticorpi. Quindi in base alle condizioni materne e neonatali e alle valutazioni mediche è attualmente consigliato allattare con le dovute protezioni per la madre in caso di madre infetta o di dare il latte spremuto.

Date le informazioni scientifiche attualmente disponibili e il potenziale protettivo del latte materno, si ritiene che, quando si sospetta l’infezione o la persona è affetta dal virus da Covid-19, in condizioni cliniche che lo consentano e nel rispetto del suo desiderio, l’allattamento debba essere avviato e/o mantenuto direttamente al seno o con latte materno spremuto.

Per ridurre il rischio di trasmissione al bambino/a si raccomanda l’adozione delle procedure preventive come l’igiene delle mani e l’uso della mascherina durante la poppata. Nel caso in cui madre e bambino/a debbano essere temporaneamente separati, si raccomanda di aiutare la madre a mantenere la produzione di latte attraverso la spremitura manuale o meccanica che dovrà essere effettuata seguendo le stesse indicazioni igieniche.

Per tutti gli operatori che entrano in contatto con donne in gravidanza e bambini piccoli, si raccomanda di seguire le raccomandazioni preventive.

Se la mamma NON ha diagnosi di CoV-2 ma ha sintomi simil influenzali si consiglia di proseguire allattamento con protezione con mascherina, lavaggio mani e attenzione a secrezioni.
 
Le informazioni contenute all'interno del sito internet www.policentropediatrico.it non costituiscono in alcun modo una consulenza medica né sostituiscono una visita medica; qualunque informazione di carattere sanitario deve essere quindi considerata puramente indicativa, non impegnativa né tantomeno sostitutiva dell'opinione del proprio medico.